Mike Brodie

Mike Brodie (nato nel 1985), conosciuto anche come “Polaroid Kid” o “Polaroid Kidd”, è un fotografo americano di Pensacola, Florida.

Nel 2003, all’età di 18 anni, Brodie lasciò la sua città per girare gli Stati Uniti saltando su treni merci. Un amico gli diede una fotocamera e in seguito lui trascorse tre anni fotografando la gente che incontrava, prevalentemente persone che come lui saltavano sui treni, vagabondi, squatter e senzatetto. Brodie ha prodotto due lavori in questo periodo, Tones of Dirt and Bone e A Period of Juvenile Prosperity, che sono stati esposti in gallerie e sono diventati libri.

A Period of Juvenile Prosperity è stato incluso nelle liste dei migliori libri di fotografia del 2013 dal critico Sean O’Hagan di The Guardian, Clinton Cargill di The New York Times, Dazed, Mother Jones e American Photo magazine.

Kenneth Baker, scrivendo nel San Francisco Chronicle, ha incluso la mostra in cui venne esposto A Period of Juvenile Prosperity alla Stephen Wirtz Gallery nella sua top 10 per il 2013. Il critico Vince Aletti su Artforum nominò la mostra di Brodie a New York come lo spettacolo dell’anno. Aletti disse del lavoro di Brodie: “Anche se non siete intrigati dal codazzo di bohemien raffazzonati di Brodie – una banda di outsider dal preciso stile post-punk – la dimensione intima e i colori leggermente sbiaditi e caldi delle sue stampe sono seducenti. I suoi ritratti… hanno un’incisività tenera che è rara ad ogni età”. Martin Parr e Gerry Badger definirono le fotografie di A Period of Juvenile Prosperity “sfrontatamente romantiche e dai toni caldi”

Il fotografo Alec Soth, scrivendo su The Telegraph, incluse A Period of Juvenile Prosperity nella sua top ten dei libri fotografici nel 2013. Del libro disse “Vorrei veramente che questo libro non mi piacesse, ma sono stato completamente conquistato dalle immagini, dal design e anche dal testo di Brodie.” ‘io non voglio essere famoso’ , scrisse Brodie, ‘ma spero che questo libro venga ricordato per sempre’. Ho il presentimento che lo sarà.” Scrivendo nel suo blog, Soth disse anche “ogni cosa di questo libro è perfetta: la dimesione, le stampe, la sequenza, l’immagine di copertina, il titolo e il testo.”. Parr e Badger hanno incluso il libro nel terzo volume della loro storia dei libri fotografici, affermando che “ciò che rende speciale questo libro è la qualità delle fotografie”.

Brodie ha anche collaborato con Swoon, Chris Stain, e Monica Canilao.

Il suo manager è Paul Schiek, fondatore di TBW Books, ed è rappresentato dalle gallerie Yossi Milo e M+B.

Qui il suo sito

Mike Brodie (born in 1985), also known by his graffiti tag the “Polaroid Kid” or “Polaroid Kidd”, is an American photographer from Pensacola, Florida.

In 2003, aged 18, Brodie left home to go freighthopping across the USA. A friend gave him a camera and he subsequently spent three years photographing people he encountered, largely train-hoppers, vagabonds, squatters and hobos. Brodie has produced two bodies of work from this (latter) period, Tones of Dirt and Bone and A Period of Juvenile Prosperity, which have been exhibited in galleries and become books.

A Period of Juvenile Prosperity was included in lists of best photobooks of 2013 by critic Sean O’Hagan in The Guardian, Clinton Cargill in The New York Times, Dazed,Mother Jones and American Photo magazine.

Kenneth Baker, writing in the San Francisco Chronicle, listed the A Period of Juvenile Prosperity exhibition at Stephen Wirtz Gallery in his top 10 list for 2013. Critic Vince Aletti in Artforum named Brodie’s show in New York as the show of the year. Aletti has said of Brodie’s work: “Even if you’re not intrigued by Brodie’s ragtag bohemian cohort—a band of outsiders with an unerring sense of post-punk style—the intimate size and warm, slightly faded color of his prints are seductive. His portraits . . . have a tender incisiveness that is rare at any age.” Martin Parr and Gerry Badger call the photographs of A Period of Juvenile Prosperity “unashamedly romantic and warm toned”.

Photographer Alec Soth, writing in The Telegraph, included A Period of Juvenile Prosperity in his top ten photobooks of 2013. He said of it that “I really wanted to dislike this book, but I was completely won over by the pictures, design and even Brodie’s essay. “I don’t want to be famous,” he writes, “but I hope this book is remembered for ever.” I have a feeling it will be.”Writing in his own blog, Soth also said “Everything about this book is perfect: the size, printing, sequence, cover image, title and essay.” Parr and Badger include the book in the third volume of their photobook history, saying that “what makes this book stand out is the quality of the photographs”.

Brodie has also collaborated with Swoon, Chris Stain, and Monica Canilao.

He is managed by Paul Schiek, founder of TBW Books, and represented by Yossi Milo and M+B galleries.

Here his Website

An interview and a video broadcasted by BBC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...